Hai bisogno di aiuto? Scrivici.

1994 | Mille giovani per la pace

1994 | Mille giovani per la pace

1994 | Mille giovani per la pace
1994 | Mille giovani per la pace

1994 | Mille giovani per la pace

855 855 people viewed this event.

Cassino, piazza Labriola, 2-3-4 settembre 1994

Mille Giovani per la Pace: incontro, a Cassino – simbolo di distruzione, ma soprattutto di trionfo della Vita sulla Morte – dei mille rappresentanti delle associazioni giovanili italiane, per proporre alla società civile un nuovo modello di impegno. Promotore il Gruppo Exodus in collaborazione con il Comune di Cassino, l’Università degli Studi di Cassino, l’Abbazia di Montecassino, l’Azienda di Soggiorno e turismo di Cassino e le molteplici organizzazioni di volontariato del territorio.

Venerdì 2 settembre

ore 18,30 – in piazza Labriola apertura della manifestazione “Israele-O.L.P.: Costruire la Pace”, con gli interventi di S.E. Avezier Pazner, Ambasciatore di Israele, e il Sig. Nemer Hammad, Capo della Delegazione Generale Palestinese; al termine dibattito con i giovani;
ore 22,00 – concerto.

Sabato 3 settembre

ore 9,30 – Aula Pacis, incontro tra i giovani dell’Università ed il Premio Nobel Rita Levi Montalcini;
ore 10,30 – tavola rotonda: “Solidarietà, Volontariato, Aids: Quale Futuro?”;
ore 15,00 – tornei sportivi in piazza Labriola;
ore 21,00 – piazza Labriola, dibattito: “Dalla Distruzione alla Ricostruzione”;
ore 23,00 – in piazza Labriola concerto “La festa” di Roberto Murolo.

Domenica 4 settembre

ore 10,00 – villa comunale: concerto;
ore 10,30 – solenne celebrazione dell’Eucarestia presieduta da S. E. Mons. Bernardo D’Onorio, Abate Ordinario di Montecassino; corali polifoniche;
ore 12,30 – conclusione della manifestazione con il saluto dell’On. Ombretta Carulli Fumagalli, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio;

ore 21,30 – in piazza Labriola il Gruppo Teatrale “Don Bosco” in “Nà Santarella” , di E. Scarpetta.

La manifestazione “Mille Giovani per la Pace”, visto il successo della prima edizione, sarà un appuntamento annuale: La prossima edizione avrà luogo tra il 24 ed il 30 settembre 1995 con giornate dedicate ai seguenti temi: “Giovani e Libri”, “Giovani e Città”, “Giovani e Sport”, “Giovani e Spettacolo”, “Giovani e Pace”, “Giovani e Informazione”. I pomeriggi e le serate saranno animati da manifestazioni sportive e spettacoli musicali.
Il senso e lo scopo di tali incontri sono illustrati da don Antonio Mazzi, animatore del Gruppo Exodus di Cassino.

Mille Giovani per la Pace· Aula Pacis: Don Mazzi con il Prof. Ricciardi dell’Università di Cassino e Riccardo Bonacina, direttore di “Vita” e conduttore di ll Coraggio di Vivere (Rai 2)

“Non poteva e non doveva mancare uno spazio dedicato ai giovani durante le celebrazioni del 50° anniversario della distruzione e ricostruzione di Cassino e della sua Abbazia; perciò non potevo che aderire con entusiasmo alla realizzazione della manifestazione “Mille Giovani per la Pace”.
I giovani sono da sempre la linfa vitale della nostra società e da troppo tempo l’egoismo e l’arroganza degli adulti li ha privati del loro ruolo di protagonisti.
Da troppo tempo li guardiamo come persone vuote, superficiali; eppure quando la maschera va giù, quanta sensibilità, quanta sete di giustizia, quanta capacità di capire e quale rifiuto dell’adattamento alla mediocrità troviamo in loro!
L’esperienza della distruzione, ma soprattutto della ricostruzione di Cassino e Montecassino è una testimonianza, da sempre molto forte, che doveva e deve servire ai giovani per avviare un serrato confronto propositivo, tra di loro, con gli “adulti” (così poco autorevoli!!!) e con i rappresentanti delle Istituzioni, affinché la loro voce torni a farsi sentire possente come è giusto che sia, e come non è stato fino ad oggi.
La nostra società, decrepita ed obsoleta, ha prodotto un’infinità di letame, ma è su questo che possono fiorire delle cose belle; da questo processo non possono essere esclusi i giovani.
Ecco perché i “Mille Giovani per la Pace”!
Durante la prima edizione sono intervenuti tanti personaggi noti in tutto il mondo per il loro impegno a favore della pace: essi ci hanno dato la possibilità di riflettere insieme ai tanti giovani sul valore della Pace.
Fra i tanti vorrei ricordare: il Sig. Hammad, capo della delegazione dell’OLP in Italia, e dell’incaricato d’affari dell’Ambasciata Israeliana in Italia, Dott. Kenet, il giudice Antonino Caponnetto, la Dott.ssa Rita Borsellino, sorella dell’indimenticabile Paolo: le loro testimonianze sono state un grosso stimolo per tutti noi a riflettere sul tanto decantato nuovo che andiamo cercando.
Cos’è il nuovo!
Nuovo sarà ridare all’uomo, qualunque egli sia, la sua dignità, sarà riscoprire i valori dell’essenzialità, della chiarezza, della rinuncia, dell’onestà, della solidarietà, spezzando le catene dell’illusione di felicità che ci dà il sistema di consumi proposti, che distruggono l’ambiente, la salute e la vita dei popoli rapinati del Sud.
Ai giovani dico:
“Non aspettate sempre il domani per essere adulti, per diventare grandi”. I ragazzi devono incominciare ad apprezzare presto l’importanza della loro vita quotidiana. Se vivono oggi, riusciranno ad assaporare il futuro.

Piazza Labriola – da sinistra: il Sindaco Petrarcone, il P. Abate di Montecassino, Mr. Hammad, S.E. Avier Pazner, Giovanni Anversa.

“Credevo la vita nelle pupille di un bambino. Credevo la vita nel bacio di mia madre. Credevo la vita nell’ipocrisia di un politico. Credevo la vita nel rantolo di un negro. Credevo la vita nell’ingorgo di un’autostrada. Credevo la vita nel sudore di un operaio. Credevo la vita nel sorriso di una donna. Credevo la vita nella maledizione di un profeta. Credevo la vita nei muscoli di un atleta. Credevo la vita nella solitudine di un certosino. Credevo la vita nella chitarra di un cantautore. Credevo la vita nell’urlo degli sconfitti. Credevo la vita nella smania di una prostituta. Credevo la vita nel balbettio di un nonno. Credevo la vita nella carta di un giornale. Credevo la vita nelle mani di un artista. Ho capito la vita nello spazio di un incontro”.

L’esperienza dei “Mille Giovani per la Pace” non si è esaurita con le celebrazioni dello scorso settembre ma continuerà anche quest’anno, perché un’Italia più bella, un mondo più bello, non possono fare a meno dei giovani, del loro entusiasmo, della loro gioia, della loro intelligenza.

Don Antonio Mazzi

Per iscriverti all'evento visita il seguente URL:

 

Data e ora

02-09-1994 to
04-09-1994
 

Categoria dell'evento

Share With Friends