.

Progetti

Proposta per una gita scolastica eccezionale: L'idea è quella di un posto diverso e lontano dall'edificio scolastico di tutti i giorni, dove poter trascorrere 3-4 giorni, un lungo fine-settimana o per le classi più intraprendenti una settimana intera, coniugando le esigenze didattiche come la visita a Montecassino o a un altro sito culturale compreso fra Roma e Napoli (raggiungibile in 1 ora), a lavori educativi sul gruppo e sui singoli accompagnati da una équipe di esperti. Per alcune classi dei primi anni delle scuole superiori dove possono essere alti i livelli di conflittualità interna o sono presenti fenomeni di bullismo oppure dove esistano apatia o gravi episodi di devianza, il momento della gita scolastica diventa un ulteriore e amplificato momento di trasgressione che non ha proprio nulla di educativo, al contrario, e che trasforma gli sfortunati docenti incaricati dell'accompagnamento, per il numero dei giorni della gita, in dilettanti carabinieri appostati a turno nei corridoi dell'altrettanto sfortunato albergo dove la classe è ospitata, al solo scopo di rendere meno grave il bilancio finale della gita.

Guarda l'esperienza di Alternanza Scuola-Lavoro fatta da un'Istituto Superiore di Sondrio

Desideriamo realizzare una cappellina per la comunità. La nostra comunità ha bisogno di incrementare la dimensione spirituale. Gli educatori cercano di fare del proprio meglio per i giovani che provengono dal carcere, dalla strada, da sofferenze di ogni genere. Ma c'è un limite oltre il quale restano dei dolori che sarebbe inutile trattare solamente da un punto di vista terapeutico. Sappiamo che la Speranza può fare tantissimo ed è necessario che dentro la comunità gli ospiti possano avere un luogo dove raccogliersi in preghiera.

La Casa delle Arti, grazie alla disponibilità dei Maestri d'arte, ha iniziato i suoi corsi: flauto, sax, batteria e chitarra. Imparare a suonare uno strumento musicale fa parte del programma formativo proposto a tutti i ragazzi della comunità. «Testi, note, passi, accordi - afferma don Antonio Mazzi - servono a scardinare i lucchetti arrugginiti che sbarrano la porta di molti adolescenti alle emozioni». La Casa delle Arti vuole essere occasione di incontro, di festa, di sballi positivi, protagonismi emozionanti, amicizie profonde. Il 24 ottobre sono iniziati i corsi di musica, coordinati dal Maestro Antonio Lauritano. Aiutaci ad acquistare strumenti musicali per fare lezione con i ragazzi nelle sedi di Cassino e Pastena. 

La piscina donata ad Exodus

La piscina donata ad Exodus

Abbiamo realizzato un sogno che ci sembrava impossibile: realizzare una piscina in comunità. Ed è stato possibile grazie alla generosità degli imprenditori Davide Papa, Pietro Zola e Danilo Zola dell'Associazione "Amici di Exodus". La piscina è per la comunità un ulteriore strumento educativo, innanzitutto per i ragazzi disabili che, in questo modo, hanno l'opportunità di frequentare la Cascina Exodus anche nei mesi estivi. Ma è anche molto importante per i circa 400 giovani che ogni estate vengono da tutta Italia per fare esperienze di condivisione con la comunità. Grazie!

Il vecchio Ford Transit ci ha portati dovunque: a Sirmione ogni anno per il Capitolo nazionale di Exodus, a Policoro per gli incontri del Sud, a Santiago de compostela per la Carovana e in mille altri posti in giro per l'Italia e per l'Europa. Ha visto l'emozione e la fatica, l'entusiamo per le partenze e la soddisfazione dei ritorni. Oggi, con i suoi 350.000 Km, chiede di andare in pensione o perlomeno di potersi limitare a piccoli spostamenti. E' tempo di acquistare un pulmino nuovo, pronto ad affrontare nuove ed entusiasmanti avventure. Ci ha pensato l'Amico Gianfranco Treglia che in poco tempo ha messo insieme la cifra necessaria e ci ha comprato il pulmino nuovo. Grazie!

 

 

Donazione on line

Un ringraziamento davvero speciale a...

Slider

Ricevi il nostro codice fiscale

DIRETTAMENTE SUL TUO CELLULARE