Università della famiglia

 

Formazione | Condivisione | Consulenza

(0 votes)

Come rovinare un figlio in dieci mosse

Rita Cacciami Gennaio 31, 2018

Sette ospiti per illustrare le dieci mosse che possono rovinare un figlio.

Grande partecipazione di pubblico per il terzo appuntamento dell’Università della Famiglia che si è svolto sabato 27 gennaio intorno al tema “Come rovinare un figlio in dieci mosse”. Fra i relatori che si sono avvicendati sul palco della Sala Talenti, nella Cascina Exodus di Cassino, la giornalista Rita Cacciami, la psicoterapeuta Marisa Del Maestro, il coach Franco De Rosa, la consigliera comunale Sarah Grieco, il parroco don Benedetto Minchella, il sociologo Luigi Pietroluongo ed il dottor Alessandro Ricci, medico del SerT di Cassino. Tutti hanno espresso in maniera sintetica ed efficace il punto di vista sul tema proposto presentando ciascuno un proprio decalogo di errori da non commettere nell’educazione dei figli. Non con il piglio dell’esperto ma con uno spirito di condivisione dell’esperienza di vita, di lavoro e di genitore.
Partecipato anche il dibattito seguito agli interventi con molte domande proposte dal pubblico inerenti lo stile educativo, il linguaggio, i premi e le punizioni, il coinvolgimento di altri adulti al fianco della coppia genitoriale e la dimensione più interiore, spirituale dell’esperienza educativa.
Molto toccante è stata anche la testimonianza di una mamma che ha costruito il proprio intervento a partire da una vicenda familiare dolorosa che si è risolta positivamente grazie al recupero della relazione educativa.
Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 24 febbraio, sempre alle ore 15.00 e sempre nella Cascina di Exodus a Cassino. Il tema sarà “Strategie, proposte e strumenti per comunicare in maniera efficace con i propri figli” mentre la formula, che si è rivelata molto efficace, rimarrà la stessa: interventi brevi dei relatori e ampio spazio al dibattito.

 

Letto 3157 volte

Media

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Donazione on line

Un ringraziamento davvero speciale a...

Slider