Sport
(0 Voti)

Sport Camp: per essere campioni nella vita In evidenza

Sondaggio: quasi metà degli adolescenti non pratica nessuno sport

Ancora una festa dello sport utilizzato in chiave educativa nella Cascina di Exodus dove per cinque giorni centinaia di bambini e ragazzi hanno avuto la possibilità di avvicinarsi a tante discipline sportive affiancati da allenatori, educatori, studenti universitari.
Il progetto è nato proprio dai tirocinanti di Scienze motorie dell'Università di Cassino che durante le attività di tirocinio hanno scritto il progetto "Exodus Sport Camp", una serie di attività sportive realizzate con l'obiettivo di sensibilizzare le famiglie, le organizzazioni, le associazioni e le istituzioni sull’importanza di favorire lo sport come strumento di prevenzione del disagio, la presentazione organizzazioni e progetti che valorizzano lo sport e le attività sportive come contributo rilevante alla prevenzione dell’uso di droghe, la divulgazione di materiali informativi sul tema dello sport come prevenzione, il consolidamento della collaborazione tra Exodus e l'Università di Cassino - Scienze motorie per la diffusione di pratiche sportive contro il disagio, la promozione di stili di vita sani e l'approfondimento delle tecniche e delle metodologie finalizzate all'utilizzo dello sport in chiave preventiva.
Durante la settimana i partecipanti hanno potuto apprendere i fondamentali di alcune discipline sportive (calcio, volley, ginnastica, rugby, scherma, minigolf), hanno partecipato a tornei e anche a momenti di confronto sul valore educativo dello sport.
Fra i partecipanti è stato condotto anche un mini-sondaggio per testare il rapporto fra i ragazzi e la pratica sportiva, dal quale emerge che più del 40% dei ragazzi intervistati nella fascia d'età 8-14 anni non pratica alcuna attività sportiva, percentuale che supera il 50% nel caso delle ragazze. Troppo poco, secondo Daniele Masala, docente dell'Università di Cassino e Presidente del Comitato Italiano Sport contro Droga, che precisa: «Un adolescente, in questa fascia d’età, dovrebbe praticare almeno un‘ora al giorno di attività fisico-sportiva, che non significa necessariamente attività agonistica, ma può essere anche solo correre in un parco. Un esigenza connaturata alla specifica fase di sviluppo, ma che oggi diventa ancora più necessaria considerando sia lo stile di vita troppo sedentario dei nostri ragazzi, sia le abitudini alimentari spesso non corrette e sbilanciate in eccesso».
Il campione olimpionico ha accompagnato più volte gli studenti dell'Università in Cascina per seguire da vicino le attività di tirocinio e per portare la sua esperienza e le sue competenze.
Le giornate di sport hanno preso il via in occasione della Giornata mondiale di lotta alla droga che Exodus ha celebrato a Cassino proprio con una festa dello sport coinvolgendo giovani, famiglie, società sportive.
Secondo Luigi Maccaro, responsabile di Exodus a Cassino, la città di Cassino dovrebbe spendersi in un grande progetto educativo attraverso lo sport coinvolgendo scuole, associazioni e società sportive con un unico fine: «Bisogna costruire personalità sane e forti, aperte alla vita, protese verso traguardi positivi. Fra le molte attività formative possibili lo sport occupa un posto di primo piano, poiché può dare un aiuto validissimo nella costruzione di robuste ed equilibrate personalità giovanili rimuovendo quei fattori di vulnerabilità che ren­dono possibile la diffusione della droga».
Non ha fatto mancare il suo sostegno un'altra amica della Comunità Exodus di Cassino, la campionessa olimpionica di scherma Valentina Vezzali secondo cui «Si è trattato di una iniziativa eccellente. Il lavoro che fa Exodus sul territorio per la promozione dello sport fra i bambini ha un valore preventivo fortissimo ed io sarò sempre in prima fila per sostenerlo».
Il progetto è stato realizzato anche grazie ad un contributo della Regione Lazio.

Letto 42 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Donazione on line

Un ringraziamento davvero speciale a...

Slider