Chi siamo

Il nome “Exodus” richiama direttamente l’esodo biblico. Il racconto della liberazione del popolo ebreo dalla schiavitù d’Egitto attraverso un lungo viaggio nel deserto del Sinai. L’Esodo biblico è il paradigma di tutti i cammini di liberazione. Per questo motivo non è solo un ricordo, è la strada di oggi che passo dopo passo traccia la nostra storia. È il nostro viaggio personale e di gruppo, carico dei nostri desideri, rimpianti, canti, fatiche, scoperte, illusioni, amicizie. È sete di terra promessa. L’esodo, oggi come allora, racconta del di cile rapporto con la legge, e di un profeta, servo no in fondo della promessa che non vedrà avverata.

La Storia di Exodus a Cassino

1990
Arriva la Carovana da Roma, i ragazzi sono ospitati in una Cascina di Montecassino. Ricambiano l'ospitalità impegnandosi nella vendemmia a Casalucense. In settembre c'è l'inaugurazione della casa con una Messa celebrata dall'Abate D'Onorio. A Natale don Mazzi trascorre i giorni di festa a Cassino.

Oggi nasce Exodus Ciociaria oggi 28ott1990

1991
A febbraio inizia la preparazione della Carovana 11, in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano, con ragazzi provenienti da varie parti d'Italia. L'8 marzo muore Mauro, il primo ragazzo accolto in AIDS. Ad aprile parte la Carovana.

1992
La comunità organizza un evento per farsi conoscere "Exodus per Cassino", pubblica un giornalino diffuso tra gli amici. Partecipa al campionato provinciale di calcio del CSI. Va a fare una raccolta di olive in Toscana per autofinanziamento. Dalla sede di Cassino partono due gruppetti di ragazzi per aprire due nuove sedi di Exodus: a San Michele di Serino (AV) e a Gallico (RC).

1993
Mentre è in ancora in corso la Carovana 11, i ragazzi della comunità incontrano il Papa Giovanni Paolo II a Roma. Ha inizio il corso di formazione professionale finalizzato a fornire abilità informatiche grazie al progetto D.A.V.I.D.E. Altri due gruppetti di ragazzi si staccano per aprire due nuove sedi di Exodus: a Pontecorvo (FR) e a Tursi (MT).

1994
Inizia la Scuola di musica, guidata da Salvatore Regoli, per i ragazzi della comunità che costituiscono una band e si esibiscono in varie occasioni. Sempre ad opera del gruppo di Cassino, viene aperto il Centro di ascolto SOS Napoli. Iniziano i lavori per la realizzazione del capannone che ospiterà la Falegnameria. I ragazzi in estate fanno un trekking di un mese nel parco nazionale d'Abruzzo. In settembre tutte le comunità Exodus d'Italia vengono a Cassino per il Capitolo annuale: è il "Capitolo dei Sandali". Prima edizione del meeting "Mille giovani per la pace" con ospiti illustri: Maria Falcone e Rita Borsellino, Rita Levi Montalcini, Antonino Caponnetto, Vincenzo Muccioli. Incontro storico fra l'ambasciatore israeliano in Italia Avi Pazner ed il portavoce palestinese Nemer Hammad.

1995
Primi 5 anni: grande festa con gli amici della comunità. Viene a trovarci l'allora Presidente della Camera Irene Pivetti. I ragazzi partecipano all'incontro di Exodus al Quirinale con il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Inizia il corso di formazione professionale per falegnami grazie al progetto WOOD. Apre la prima cooperativa sociale "Nicodemo" a supporto della comunità. E' l'anno in cui si procede all'acquisto di una struttura a Cervaro (FR). Un gruppo di ragazzi ed operatori si staccano dalla comunità per aprire la sede di Jesi (AN). Seconda edizione della "Mille giovani per la pace", organizzata in collaborazione con la Fiat. Fra gli ospiti: Mons. Zovkic, Vicario generale dell'Arcidiocesi di Sarajevo, Renzo Foa, Enrico Micheli, direttore generale dell'Iri, il sociologo Sabino Acquaviva, Leopoldo Elia, Lilli Gruber, Riccardo Bonacina, Guido Clericetti, Andrei Dolinski, Vittorio Ravà, Paola Turci.

1996
Apre il centro diurno di Arce (FR) in collaborazione con la ASL. In collaborazione con il Comune di Cassino aprono il Centro di ascolto presso l'ex mattatoio e il Centro di aggregazione giovanile presso l'ex Onmi. Problemi a Cervaro con l'amministrazione comunale per la realizzazione della comunità. In settembre il Primo raduno nazionale sportivo delle comunità terapeutiche con circa mille ragazzi provenienti da varie parti d'Italia. Terza edizione della Mille giovani per la pace con veri rappresentanti del Governo: Walter Veltroni (vice premier), Livia Turco (solidarietà sociale), Rosy Bindi (sanità), Luigi Berlinguer (istruzione). Fra gli artisti ricordiamo la presenza di Renato Zero.

1997
Nasce il Dipartimento Disagio, Devianza, Dipendenze (D3D) presso la Asl di Frosinone di cui Exodus è risorsa esterna. A dicembre quarta edizione della Mille giovani per la pace.

1998
Primi progetti in collaborazione con la Asl finanziati dal Fondo per la lotta alla droga: il centro di aggregazione "Argonauti", l'Unità di strada, il centro diurno (a Ceccano-Fr). Un gruppo di ragazzi partecipa ad una attività di volontariato all'estero, a Spalato, nell'ex Jugoslavia, per fare assistenza ai bambini ricoverati in ospedale. Un altro gruppo si sposta per un breve periodo a Caccuri (KR) per avviare le attività di Exodus sulla Sila.

1999
Arrivano le prime due insegnanti distaccate dal Ministero dell'Istruzione per la realizzazione di attività di prevenzione che utilizzano il progetto "Il Cerchio" nelle scuole del cassinate. Un altro gruppo si stacca per l'apertura vera e propria della sede di Caccuri (KR). Giancarlo Pignone, responsabile della comunità sin dalla sua apertura, assume altri incarichi e lascia la sede di Cassino.
Settore Internazionale
Un gruppo di ragazzi parte per Durazzo, in Albania, per partecipare alla Missione Arcobaleno a sostegno dei profughi della guerra del Kosovo.

2000
Il nuovo responsabile della sede di Cassino è Luigi Maccaro. Primi dieci anni della comunità: festa con gli amici e le istituzioni. Nasce la cooperativa sociale Kelle terre che assume la gestione del servizio di accoglienza ai pellegrini dell'abbazia di Montecassino: una straordinaria opportunità di reinserimento lavorativo per i ragazzi alla fine del programma di recupero. Apre il centro per le disintossicazioni, completamente autofinanziato. La comunità si reca, con una carovana in bicicletta Santiago de Compostela. A Casagiove (Ce), apre il centro di ascolto in collaborazione con il Comune attraverso il progetto "Zeus". Nuova edizione della mille giovani per la pace: fra gli ospiti Francesco Rutelli.

2001
Parte un grande progetto di assistenza alle ragazze tossicodipendenti in gravidanza: "Genitori quasi perfetti", in collaborazione con la Asl di Frosinone e la Regione Lazio. Nuova edizione della Mille giovani per la pace, stavolta nella villa comunale. Trekking dei ragazzi nel parco nazionale d'Abruzzo.

2002
Ancora un impegno internazionale: Rosy Marino con una volontaria ed un ragazzo della comunità, partono per il Madagascar dove Exodus ha aperto un centro di formazione per adolescenti orfani. Al rientro mostra fotografica e incontro di promozione della cooperazione internazionale. Partono due corsi di formazione professionale in collaborazione con la Cisl: uno sull'agricoltura biologica ed uno di computer-grafica. Con il progetto "Area Tremenda" sostenuto dalla Reg. Lazio si fanno le prime esperienze strutturate di formazione insegnanti per il contrasto al disagio e alle devianze giovanili (bullismo).

2003
Parte il progetto "Clochard" in collaborazione con il Consorzio dei comuni del cassinate per i Servizi sociali: accoglienza d'emergenza per persone senza fissa dimora. Carovana in bicicletta fino a peschiera del Garda. Due ragazzi in Croazia per un periodo di volontariato in una casa per bambini orfani e disabili.

2004
Lilli Gruber in visita alla comunità per una giornata di confronto sul tema dell'Europa. Incontro con il presidente della provincia Scalia sulle politiche giovanili nel frusinate. Formazione per insegnanti nel comune di Atina. Partecipazione alla marcia per la pace Perugia_Assisi. Formazione per 90 volontari di servizio civile del territorio. Tre giorni di eventi "Thanks to life" a luglio nella villa comunale di Cassino per promuovere l'agenda Tremenda. I ragazzi della comunità si classificano al terzo posto negli interregionali di volley. Primo cantiere nazionale rover in comunità in collaborazione con il Cngei. Apre il gruppo cinofilo "argo" per la pet therapy. Due ragazzi in servizio come barellieri al pellegrinaggio diocesano Unitalsi a Lourdes.
Exodus, insieme ad altre associazioni, promuove il Forum locale del Terzo settore e per conto della Fondazione Exodus collabora alla nascita del Forum Nazionale dei Giovani.

2005
Nasce l'attività di apicoltura con le prime arnie e la prima produzione del miele. Si organizza il Concerto per la pace al Teatro Nestor di Frosinone. I ragazzi con i loro educatori partecipano alla Giornata Mondiale della Gioventù a Colonia in Germania. Nell'ambito delle attività di assistenza alle donne tossicodipendenti in gravidanza, nascono in comunità 2 bambini: Andrea e Luna. Don Mazzi presenta la nuova associazione "Educatori Senza Frontiere" all'Università di Cassino. Ancora presenti in Madagascar con Luigi che è presente per un periodo di 2 mesi. La cooperativa sociale Kelle terre, insieme ad altre cooperative della provincia di Frosinone, da vita al Consorzio Co.E.So.

2006
Di nuovo in Carovana, in bicicletta a Santiago de Compostela. Iniziano le attività di assistenza ai ragazzi disabili. Il Presidente Romano Prodi in visita alla comunità. I ragazzi della comunità partono per Strasburgo per una visita al Parlamento Europeo. Primo progetto di prevenzione attraverso l'educazione tra pari nelle scuole: "Il filo di Arianna". La cooperativa Kelle terre vince la gara d'appalto per la manutenzione del verde nel Parco Regionale della Riviera di Ulisse, inclusa la realizzazione di attività di educazione ambientale rivolta alle scuole.

2007
Teatro in comunità insieme agli studenti dell'Istituto Alberghiero con la regia di Giorgio Mennoia. Un progetto pilota con il coinvolgimento delle famiglie degli studenti alla scuola media di Aquino (Fr). Al via i progetti in collaborazione con l'Amministrazione provinciale: "Cantieri aperti" per l'aggregazione giovanile in 5 quartieri a rischio della provincia di Frosinone e "Nautilus 2" per il reinserimento lavorativo degli ex tossicodipendenti con il coinvolgimento del mondo imprenditoriale. Attraverso il Consorzio Co.E.So. gestiamo uno sportello regionale per il microcredito. Ancora formazione professionale, sempre con lo IAL-Cisl per "Operatori del verde". Ancora prevenzione con il Consorzio dei Comuni del Cassinate con il Progetto "UP!": parola in classe, formazione insegnanti, gruppi per genitori. Ancora esperienze internazionali con Rosy che va per un lungo periodo in Patagonia. La provincia affida alla nostra falegnameria il restauro di 7 portoni lignei del Castello di Ladislao ad Arpino (Fr) del XIII secolo. La società ACEA ci affida la manutenzione del verde presso i serbatori ed i depuratori del territorio provinciale. L'Agenzia Frosinone Formazione, emanazione della provincia di Frosinone, ci affida il servizio di guardiania e di servizio ai piani della scuola di formazione professionale.

2008
Exodus promuove a Cassino il "Laboratorio Educativo Permanente" coinvolgendo le scuole e gli organismi di volontariato che si occupano di educazione per un ciclo di incontri e di riflessioni sui bisogni educativi del territorio. Con il progetto "Piazza Giovani", in collaborazione con la Provincia, apre un centro di ascolto specifico per i problemi dell'adolescenza, rivolto ai ragazzi e alle loro famiglie. "Labor" invece è il progetto finanziato dall'Assessorato provinciale al lavoro per il sostegno all'inserimento di persone disagiate nel mercato del lavoro attraverso bilancio delle competenze, recupero scolastico e formazione professionale. Con il progetto "Polis", finanziato dalla Regione, si realizza un corso di formazione all'autoimprenditorialità rivolto alle donne nel campo dell'impresa sociale. Un nuovo centro di aggregazione giovanile viene realizzato invece nel comune di Ferentino (Fr), mentre a Posta Fibreno (Fr) il Comune ci affida un progetto di doposcuola educativo per bambini delle elementari. La Cooperativa sociale Kelle terre consegue la certificazione di qualità ISO 9001 per la manutenzione del verde e per la gestione dei parcheggi.

2009
Con il progetto "MAIA" finanziato dalla Regione Lazio, viene realizzato il laboratorio di apicoltura ed il miele prodotto finisce sui primi scaffali dei supermercati della zona. Il progetto "Un cantiere per il domani" sostiene l'avvio dei ragazzi alle professioni legate al mondo dell'edilizia. L'allora Abate Vittorelli affida a Exodus il compito di organizzare una grande veglia in piazza per i giovani in attesa dell'arrivo di Sua Santità Benedetto XVI. L'evento prende il nome di "Graffiti music... aspettando B16". Laboratori in parrocchia, nelle scuole della diocesi, coinvolgimento di scuole di musica, danza, writers per una serata concerto-veglia che vedrà la presenza di circa 800 ragazzi sul palco ed oltre cinquemila persone nella piazza. Fra gli ospiti: Antonella Ruggiero, Mark Harris, Arisa.

2010
Ancora presenti all'estero con Liliana che trascorre un periodo in Madagascar. L'evento di settembre, per la prima volta in comunità, si chiama "Talenti: idee, esperienze, progetti al servizio del bene comune" ed è anche la festa per i vent'anni di presenza di Exodus a Cassino.
Partono le attività della Fattoria didattica rivolte ai bambini delle scuole elementari e medie del territorio.

2011
L'evento di settembre è ancora "Mille giovani per la pace" in piazza De Gasperi a Cassino e in collaborazione con l'Università di Cassino. La comunità si mette a disposizione dell'"Emergenza nordAfrica" per accogliere un decina di minori stranieri non accompagnati e circa venti richiedenti asilo. Promozione di una campagna informativa nell'ambito dell'Anno europeo del volontariato: "Il volontariato migliora la vita, anche la tua!".

2012
Mille giovani per la pace torna in comunità attirando tantissimi ragazzi. Presenza costante sul fronte internazionale con Liliana che trascorre alcuni mesi nella nuova casa per tossicodipendenti in Honduras.
Inizia la ristrutturazione della Cascina grazie ai proventi della vendita di un lascito testamentario: ristrutturazione di un locale adibito a foresteria per l'accoglienza di gruppi giovanili per esperienze di volontariato; rifacimento tetto e ristrutturazione ultimo piano della casa; realizzazione impianto sportivo polivalente; ristrutturazione cucina, sala da pranzo e bagni esterni; messa a norma di impianti tecnologici. Il totale dei costi sostenuti per tali interventi è stato di € 203.000.

2013
Viene formato il Coro Exodus, guidato dal maestro Fulvio Venditti. Prendono il via le attività del laboratorio di ceramica e del laboratorio di "web journalism" (la sede di Cassino aggiorna il sito nazionale della Fondazione Exodus).

2014
La Comunità riceve il provvedimento di autorizzazione e accreditamento istituzionale definitivo. Inizia il progetto "don Milani 2" a Cassino contro la dispersione scolastica che comprende anche formazione docenti e scuola genitori. Primo campus estivo per bambini in comunità. Grande partecipazione di pubblico all'Open Day del 25 maggio. Primo matrimonio solidale "Social marriage" in comunità. Nel mese di luglio 24 ore non stop di Volley nel nuovo campo polivalente della comunità in collaborazione con la Federazione provinciale volley. Apre il Centro di ascolto per le dipendenze comportamentali (gioco d'azzardo, ecc.). Viene ristrutturato il Salone della Comunità.
Il 2014 viene segnato dalla perdita di Liliana, educatrice storica e colonna portante della comunità. La malattia la consuma rapidamente lasciando un vuoto incolmabile.

Donazione on line

Un ringraziamento davvero speciale a...

Slider